Stampe in titanio 3D

Retroscena della sella ALM

Prendendo in prestito la tecnologia da Airbus, uno dei principali produttori di aeroplani, siamo stati in grado di produrre la nostra pluripremiata sella ALM. Creating an unsuspecting union between cyclists and aerospace engineers. Creare un’inaspettata unione tra ciclisti e ingegneri aerospaziali. Quando Airbus crea una nuova tecnologia, l’industria impone di testarla per 10 anni prima di essere incorporata in qualsiasi aereo , il che ha aperto le porte a questa collaborazione. Dopo centinaia di ore di messa a punto della stratificazione del carbonio con il software FEA (analisi ad elementi finiti) di Airbus, siamo stati in grado di convalidare la composizione finale per ottenere la sella ALM resistente e flessibile.

Questo potrebbe essere prodotto solo con l’uso della stampante 3D in titanio di Airbus. Imitando una stampante desktop, uno strato di polvere di titanio viene passato con una testina di stampante laser, che invece di applicare l’inchiostro, utilizza un laser per sinterizzare la polvere, formando legami duri, con zero scarti. Nel corso di 24 ore questi strati stampati in 2D si accumulano fino a diventare 3D.

Carbonio flessibile

Iniziando da una fusione tra carbonio e slitta in titanio stampato in 3D, l'ALM era destinata a una serie limitata di 500 selle a un prezzo unitario di 750 dollari. Avvicinandoci agli specialisti del carbonio, provenienti da fuori dell'industria delle biciclette, abbiamo sfruttato l'esperienza dei loro ingegneri, e presto divenne evidente che sarebbe stato possibile creare l'ALM esclusivamente in carbonio. Dopo mesi di test rigorosi e dozzine di campioni, è nata ALM interamente in carbonio, che unisce comfort e prestazioni e rappresenta un punto di riferimento in questa nuova categoria di selle.